Archivi e biblioteche digitali della modernità letteraria italiana

Archivio del Novecento

Università "la Sapienza" di Roma

L'Archivio del Novecento è stato originato da una Ricerca, inizialmente intitolata Esplorazione di archivi pubblici e privati del Novecento italiano, diretta da Giuliano Manacorda e finanziata con fondi di ricerca della Facoltà di Lettere e Filosofia, nonché dal M.P.I. e dal C.N.R., dal 1978 al 1989. Dal 1989 la Ricerca è divenuta un Progetto d'Ateneo con l'intitolazione Ricerca, acquisizione, inventariazione e pubblicazione di documenti inediti del Novecento italiano, finanziata, oltre che dall'Università di Roma “La Sapienza”, dalla Regione Lazio, dall'Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma (con continuità dal 1995), dalla Soprintendenza Archivistica per il Lazio, dalla Commissione dell'Unione Europea e dal Ministero dell'Università e della Ricerca. In seguito al pensionamento di Giuliano Manacorda e per Decreto Rettorale (13 agosto 1996) dal 1° novembre 1996 la direzione della Ricerca è stata assunta da Francesca Bernardini, che tuttora la dirige.

Dal 1° gennaio 1997 l'Archivio del Novecento, nella sede messa a disposizione dalla Facoltà di Lettere e Filosofia, è aperto a studenti e studiosi per la consultazione e la ricerca; numerosi ricercatori italiani e stranieri, studenti, laureandi e dottorandi e assegnisti di ricerca, vi hanno lavorato e vi lavorano per elaborare tesi di laurea e di dottorato, pubblicazioni scientifiche, edizioni di testi, o vi hanno tenuto stages e tirocini.

La Ricerca persegue le seguenti finalità:
- ricerca e acquisizione a qualsiasi titolo di documentazione (interi archivi e biblioteche, collezioni, singoli documenti) relativa alla letteratura e alla cultura italiana moderna e contemporanea, in una prospettiva interdisciplinare, includendo quindi documenti relativi alle arti visive, alla musica, al teatro, iconografici e multimediali, nell'ambito del contesto della cultura europea;
- conservazione, ordinamento, inventariazione, studio e pubblicazione del patrimonio acquisito, con particolare attenzione agli studi testuali e alla ridefinizione dei quadri storiografici;
- salvaguardia del patrimonio culturale italiano ed europeo;
- avviamento alla ricerca negli ambiti scientifico-disciplinari interessati e al lavoro archivistico di studenti, laureandi, dottorandi di ricerca, con stages, seminari, elaborazione di tesi di laurea e di dottorato, collaborazione al lavoro di ordinamento, inventariazione, studio e pubblicazione del patrimonio acquisito;
- valorizzazione e diffusione della conoscenza del patrimonio acquisito, degli autori e delle opere contemporanee;
- promozione della ricerca della comunità scientifica interna ed esterna all'Ateneo.

La Ricerca è attualmente amministrata dal Dipartimento di Studi Europei, Americani e Interculturali della “Sapienza”; diretta da Francesca Bernardini, è portata avanti da un gruppo di ricerca formato da docenti ricercatori afferenti a quattro Dipartimenti e due Facoltà, da dottori di ricerca e giovani laureati.

La Ricerca si avvale della supervisione e della consulenza della Soprintendenza Archivistica per il Lazio